Consegna gratis da 90€

Product was successfully added to your shopping cart.

iPhone 11 Pro e 11 Pro Max: sempre più evoluti!

È ormai passato più di un mese dal keynote Apple dove è stata presentata la nuova linea di iPhone e dopo averli testati a dovere vogliamo dare panoramica dei due prodotti top di gamma: iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max.

Siamo davanti ad un egregio lavoro di ottimizzazione delle prestazioni e dell’esperienza d’uso dell’utente per entrambi i dispositivi. Il case è realizzato con una tipologia di vetro di maggiore durezza, mai utilizzato in nessuno smartphone in commercio, la superficie posteriore è rifinita con vetro opaco di grande eleganza e la cornice è realizzata con acciaio inossidabile lucido. I dispositivi Pro sono disponibili nei colori oro, grigio siderale, argento e verde notte (novità assoluta per la casa di Cupertino e che ha subito catturato l’attenzione di tutti gli appassionati). Entrambi sono certificati IP68, resistenti quindi all’acqua, alle immersioni e ai liquidi.

La differenza delle due versioni è sicuramente la dimensione del display, iPhone 11 Pro presenta uno schermo da 5,8 pollici mentre la versione Max ha uno schermo di ben 6,5 pollici.iPhone 11 Pro risulta quindi essere la versione “tascabile” dei due nuovi modelli di punta mentre la versione Max si conferma ancora una volta il dispositivo ideale per l’utente che ama lo schermo molto grande.In entrambi troviamo lo stesso notch frontale al cui interno sono presenti i sensori e fotocamera TrueDepth che permettono di mappare il volto in 3D con velocità impressionante consentendo di compiere azioni legate alla sicurezza che non hanno rivali. Face ID, ulteriormente potenziato, conferma ancora una volta come Apple sia avanti rispetto alla concorrenza in termini di privacy.

Significativo è l’aumento delle performance, i nuovi iPhone hanno infatti autonomia superiore e riduzione dei consumi grazie al pannello OLED e all’innovativo SoC Apple A13 Bionic che consente un incremento delle prestazioni al 20% a livello di CPU e GPU e si posiziona immediatamente come il più potente SoC inserito all’interno di uno smartphone. Il nuovo SoC è stato progettato con l’ottica di offrire un maggiore supporto al machine learning, migliorando il Neural Engine e introducendo nuovi accelleratori di apprendimento automatico. Per questo motivo le due versioni Pro offrono rispettivamente ben 4 ore aggiuntive di autonomia per iPhone 11 Pro e 5 ore per iPhone 11 Pro Max. Invariati gli storage disponibili che partono dai classici 64 Gb fino ad arrivare ai 512 Gb.

Fotografia senza uguali
La novità principale riguarda sicuramente l’aspetto fotografico. Entrambe le versioni Pro della nuova gamma godono di una tripla fotocamera posteriore che garantisce una sofisticata qualità agli scatti fotografici. La posizione delle fotocamere si differenzia dai competitor in quanto non disposte verticalmente ma alloggiate su un basamento quadrato a rilevo rifinito in vetro, che differenzia ancora una volta Apple dagli altri brand.

Entrambe le versioni dispongono di:
- Fotocamera da 12MP con ultra grandangolo (ƒ/2.4 e angolo di campo 120°)- Grandangolo (ƒ/1.8)
- Teleobiettivo (ƒ/2.0)

Disponibili tre zoom:
- zoom in ottico 2x
- zoom out ottico 2x
- zoom digitale fino a 10x.

Due tipologie di obiettivo, a cinque elementi (ultra grandangolo) e a sei elementi (grandangolo e teleobiettivo). Presente inoltre la doppia stabilizzazione ottica dell’immagine (grandangolo e teleobiettivo). Flash True Tone più luminoso con Slow Sync.

Il modulo fotocamera è molto più efficace non solo nell’hardware ma anche nel software. I nuovi iPhone dispongono della modalità Notte che permette di scattare foto di elevata qualità in condizioni di scarsa luminosità, novità assoluta in termini di performance fotografiche sia per gli smartphone che per le macchine fotografiche compatte. Migliorie anche per la modalità Ritratto che permette di scegliere fra inquadrature grandangolo e teleobiettivo. Smart HDR e la tecnologia di apprendimento automatico consentono di riconoscere i soggetti inquadrati per calibrare al meglio la luce ed ottenere scatti migliori.
Frontalmente, invece, è presente una fotocamera TrueDepth da 12 MP (ƒ/2.2) con un campo visivo più ampio che consente di registrare filmati 4K fino a 60 fps e slow motion fino a 120 fps.

Le tre lenti disposte a quadrato di iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max fanno di iPhone 11 Pro un serio contendente al titolo di miglior camera-phone del mondo minacciando seriamente la sopravvivenza delle fotocamere compatte. Di fatto la nuova fotocamera funziona perfettamente dal punto di vista dell’interfaccia e mette chiunque nelle condizioni di fare scatti di grande effetto che, affiancato alla nuova app di gestione delle foto, spinge molto in alto le quotazioni e l’appetibilità di iPhone 11 Pro.

Diversi apprezzamenti arrivano da alcuni fotografi professionisti cui Apple ha messo in mano un iPhone 11 Pro e che hanno affermato di non essere stati in grado di distinguere le immagini fatte con il dispositivo da quelle fatte con le loro full frame. iPhone 11 Pro sposa appieno la filosofia di Apple di fornire strumenti per dare alle persone la possibilità di fare meglio in modo più semplice e rappresenta inoltre un valido asset per fotografi “ambiziosi” che da oggi possono tenere sempre in tasca uno strumento potente ed evoluto sostituendo addirittura la reflex nelle uscite fotografiche.

Di fatto iPhone 11 Pro con la sua nuova fotocamera rende Apple capace di spostare verso l’alto l’asticella della competizione con gli altri brand e porta in alto l’identità del mondo iPhone, sempre più strumento che incentiva la creatività e occhio “bionico” in grado di approfondire la prospettiva sul mondo che ci circonda. In questo ambito l’innovazione può fare ancora tantissimo ed Apple si distingue ancora una volta da tutti, potenziando un dispositivo che affianca sempre di più la vita delle persone nella sfera privata e al lavoro.

Anche sotto questo aspetto iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max si qualificano fra i migliori dispositivi per un lavoro sempre più agile e smart, semplicizzando notevolmente molte operazioni (alcune delle quali gestione mail, calendari, messaggistica e conference call) e rappresentando un valido alleato per la digitalizzazione dei processi aziendali.