Consegna Gratuita per ordini da € 90

Product was successfully added to your shopping cart.

AirPods, nel brevetto il segreto del loro successo

airpods brevettoA poco più di un mese dal loro lancio sui mercati internazionali, le AirPods di Apple sono già diventate l’accessorio più desiderato dagli utenti iPhone (e non solo). Sono diverse le ragioni che hanno decretato questo straordinario successo e, probabilmente, esse possono essere riassunte nella incredibile semplicità di utilizzo che contraddistingue le prime cuffie wireless dell’azienda di Cupertino da qualsiasi altro prodotto della concorrenza.  

Per comprendere pienamente la rivoluzione innescata da Apple con le sue AirPods, appare interessante lo studio del loro primo brevetto, risalente addirittura al Giugno del 2015, all’interno del quale vengono evidenziate le caratteristiche, non solo delle cuffie, ma anche — e soprattutto — della loro custodia. Proprio quest’ultima, stando ai documenti depositati presso l’US Patent & Tradremark Office, al suo interno comprende, oltre ad una batteria mediante la quale avScreen Shot 2017-01-17 at 22.27.22viene la ricarica delle AirPods, anche un processore attraverso il quale avviene l’abbinamento immediato con gli smartphone di Apple (esteso a tutti i dispositivi Apple legati al medesimo account iCloud).

Per i prodotti delle aziende concorrenti, invece, è un pulsante posto sul dorso della custodia che rende possibile l’abbinamento (dopo aver completato l’apposita procedura attraverso il menù delle impostazioni dei diversi dispositivi). Attraverso questa scelta, a dir poco geniale, gli ingegneri dell’azienda di Cupertino hanno potuto ottimizzare le dimensioni delle AirPods, fino a renderle quasi del tutto simili alle EarPods, in termini di dimensioni. Insomma, ancora una volta, Apple è riuscita ad innovare in un settore, come quello degli auricolari wireless, nel quale entrava per la prima volta.